Eugenetica: un tabù contemporaneo

Storia di un'idea controversa


Uno dei più noti studiosi italiani di bioetica offre un approccio chiaro e informato all’eugenetica, lo studio dei metodi volti al miglioramento della specie umana attraverso la manipolazione dei geni. Un’opera dai toni pacati e non sensazionalistici, fortemente critica nei confronti delle pericolose semplificazioni che rischiano di appiattire il dibattito su un tema di per sé provocatorio e scottante. L’eugenetica, a più di cinquant’anni dalla cosiddetta deriva nazista, è ancora in grado di intimorire e dividere. Oggi l’avanzare dei progressi medici e tecnologici impone con urgenza interrogativi che investono le sfere più intime dell’esistenza umana: il trattamento di fine vita, lo statuto dell’embrione, la clonazione umana.

Sono consapevole del rischio a cui mi espongo affrontando questo argomento. Ma non per questo rinuncio al mio intento, sia perché sono convinto che un inquadramento del fenomeno dell’eugenetica nella giusta prospettiva storica possa aiutarci a vedere più chiaramente la questione, sia perché credo nell’importanza di affrontare razionalmente questo tema decisivo per il nostro futuro.

Carlo Alberto Defanti

Tag: bioetica, Carlo Alberto Defanti, Eugenetica, Eugenetica: un tabù contemporaneo, geni




  • Edizione: 2012
  • Euro: 23,00 €
  • Tot. pagine: 336
  • ISBN: 978-88-7578-292-4
  • Acquista con
    Acquista con IBSAcquista con Amazon

  • Collana:

  • Categoria:
  • Rassegna stampa
    Reading for health (giugno 2012)
    Per un dibattito informato sulle nuove tecniche genetiche (giugno 2012)
    Eugenetica tabù
    L’eugenetica maledetta dal tabù nazista – Oddone Camerana su Carlo Alberto Defanti