« Ciò che De Martin propone è il recupero delle radici dell’università, della sua ragion d’essere originaria: guardare al futuro, preservare l’idea dell’educazione come bene pubblico».   In Università futura (continua a leggere »)

«È un libro che ha un sapore magico. Ha la capacità di portare il lettore in una dimensione rarefatta, ma anche così maledettamente attuale e concreta. Un dono raro per (continua a leggere »)

«Lo stile narrativo di questo libro è in grado di catturare il lettore fin dalle prime pagine. Si tratta di un curioso ibrido, che può piacere proprio per le due (continua a leggere »)

«Nel libro si trova tutto lo Iabichino-pensiero già emerso nei precedenti lavori, ma questa volta espresso in una modalità fresca, in modo che anche i non addetti ai lavori possano (continua a leggere »)

«Richard Mason si esprime attraverso una narrazione lussureggiante e lenta, fatta di sensi e di visioni, e immerge il lettore nel Sudafrica del colonialismo e delle leggi razziali». L’ultimo romanzo (continua a leggere »)