Geni a nudo

Ripensare l'uomo nel XXI secolo


I settori emergenti delle biotecnologie e della biologia sintetica permettono oggi non solo di osservare dall’interno i meccanismi di funzionamento della vita, ma di intervenirvi direttamente: dalla manipolazione genetica alla riproduzione assistita, fino all’ambizione dello human enhancement, la possibilità cioè di incrementare le prestazioni cognitive e fisiche dell’uomo. Queste nuove potenzialità generano interrogativi urgenti sulle conseguenze sociali della scienza, e sembrano talvolta creare fratture epocali tra il vecchio e il nuovo che suscitano forti ambivalenze e contrasti nell’opinione pubblica. Si intravede all’orizzonte un futuro controverso cui è necessario dare forma. Affiancando la riflessione culturale all’informazione scientifica, Geni a nudo offre al lettore uno sguardo completo e innovativo che supera i confini del dibattito bioetico, e propone un nuovo approccio all’agire politico sui temi della vita.

Un’opera intelligente alla ricerca di nuovi orizzonti per ripensare i rapporti tra scienza e società.

Umberto Veronesi

Un’acuta ed elegante analisi di come le scienze della vita stanno cambiando il modo in cui l’uomo vede se stesso.

“Financial Times”

Non avevo mai trovato prima d’ora una combinazione così perfetta di accuratezza scientifica e riflessione sociale.

Peter Gruss, presidente della Max Planck Society

Tag: biotecnologie, Geni a nudo, Giuseppe Testa, Helga Nowotny, human enhancement


Prime pagine

  • Edizione: 2012
  • Euro: 15,00 €
  • Tot. pagine: 184
  • ISBN: 978-88-7578183-5
  • Acquista con
    Acquista con IBSAcquista con Amazon

  • Traduzione di Virginio Sala

  • Collana:


  • Categoria:
  • Rassegna stampa
    Biotecnologie tra etica e società (marzo 2012)
    Geni a nudo (aprile 2012)
    Ma il Dna non è un oracolo infallibile. Il falso mito dell’animismo genetico (aprile 2012)
    L’equivalente laico dell’anima
    Lo sguardo molecolare che caratterizza la nostra epoca
    Ogni scoperta scientifica è un’opportunità per il futuro