Renato Bruni: “Ecco come possiamo imparare l’innovazione dalle piante”
Alle Falde del Kilimangiaro, Rai3 (Video)

17 gennaio 2016 - News

Dalle vernici che, come le foglie di loto, si auto-lavano via lo smog che si deposita sopra ai sistemi di purificazione dell’acqua simili a quelli utilizzati dalle mangrovie e ai farmaci in grado di conservarsi anche al di fuori della catena del freddo senza degradarsi come le rose di Gerico, la natura viene in soccorso dell’uomo per trovare una soluzione alle nostre esigenze contemporanee. La tecnologia del futuro sempre di più si ispirerà al mondo vegetale: è l’alba di una nuova “blue economy“, che punta a creare un ecosistema sostenibile in grado di riutilizzare gli scarti per trovare nuove energie. Come? Ce lo spiega Renato Bruni, autore di Erba Volant (vai alla scheda del libro), ospite insieme al geologo Mario Tozzi nella trasmissione “Alle falde del Kilimangiaro“, su Rai3.

Guarda il video (da 02:07:00 a 02:21:25)

IMG_0939

“Un tempo riuscivamo a copiare quello che vedevamo ad occhio nudo, poi quello che potevamo osservare con il microscopio e ora, con le nanotecnologie, possiamo riprodurre addirittura quello che prima non potevamo vedere”.
Renato Bruni

Tag: Alle falde del Kilimangiaro, Erba Volant, innovazione, Mario Tozzi, piante, Renato Bruni