Onde nello spaziotempo

Einstein, le onde gravitazionali e il futuro dell’astronomia


La registrazione delle onde gravitazionali è già considerata la scoperta scientifica del secolo. Einstein aveva previsto l’esistenza di queste piccole increspature nel tessuto dello spaziotempo un secolo fa, ma fino a oggi non erano mai state osservate a livello sperimentale. Quello che è stato rilevato il 14 settembre 2015 nei laboratori del Max Planck Institute in Germania e del LIGO negli Stati Uniti ha messo nelle mani degli scienziati nuovi strumenti per studiare gli eventi violentissimi e misteriosi che hanno dato origine e plasmato l’universo, e ha fornito la definitiva conferma della teoria della relatività einsteiniana. Ma prima ancora che un libro di divulgazione sull’astrofisica, “Onde nello spaziotempo. Einstein, le onde gravitazionali e il futuro dell’astronomia” è il racconto delle persone che hanno contribuito a questa straordinaria scoperta, della loro passione e della ostinazione per una ricerca scientifica che è durata un secolo e che promette di inaugurare una nuova stagione dell’astronomia.

«Il dettagliato e vivido resoconto di una delle avventure scientifiche più incredibili di sempre». “The New York Times Book Review”

«Un delizioso grand tour che ci accompagna tra storie avvincenti, ricerca scientifica attuale e prospettive future». “Nature”

Tag: Albert Einstein, Astrofisica, buchi neri, cultura, Max Planck, Onde gravitazionali, onde nello spaziotempo, scienza, scoperta, spaziotempo




  • Edizione: 2018
  • Euro: 27,00 €
  • Tot. pagine: 307
  • ISBN: 9788875787530
  • Acquista con
    Acquista con IBSAcquista con Amazon

  • Traduzione di Luigi Civalleri

  • Collana:

  • Categoria:
  • , , ,
  • Rassegna stampa
    Viaggio nel cosmo: libri sullo spazio da leggere assolutamente – Matilde Quarti, Panorama