Liberi e connessi

Possiamo dirci ancora liberi nella società digitale? Ciascuno di noi è sempre più insidiato da forme di controllo sottili, pervasive e capaci di annullare ogni possibilità per l’individuo di costruirsi liberamente. Le nuove tecnologie, pur offrendoci straordinarie potenzialità, rischiano di imporci nuove schiavitù se non riusciamo a proteggere, con i nostri dati, noi stessi e la nostra libertà. Dal giornalismo ai social network, dalla profilazione commerciale alle intercettazioni, dalla trasparenza al diritto all’oblio, questo libro dimostra che nella società digitale noi siamo i nostri dati. Eppure, “liberi e connessi” non può essere un ossimoro: «Dobbiamo coltivare l’ambizione di essere partecipi della piazza globale e, insieme, orgogliosi difensori dei nostri diritti. Della privacy in primo luogo, che è il nuovo nome della libertà».

«Nell’epoca della conoscenza, la libertà è consapevolezza e l’istituzione è un generatore di consapevolezza».
Luca De Biase

Tag: cultura digitale, Internet, Tecnologia




  • Edizione: 2016
  • Euro: 12,00 €
  • Tot. pagine: 192
  • ISBN: 978-887578608-3
  • Acquista con
    Acquista con IBSAcquista con Amazon

  • Prefazione di Luca De Biase

  • Collana:

  • Categoria:
  • , , ,
  • Rassegna stampa
    Soro – Offensiva anti-privacy di Stefano Brusadelli, La Domenica – Sole24Ore
    Soro – Sicurezza e privacy diritti equivalenti di Gianpaolo Roidi, Metro
    Soro – “Il Daesh recluta in Rete, è necessario limitare la privacy”, Avvenire
    Soro – Tutelare la privacy nell’era del web di Ruben Razzante, Il Giorno
    Soro – La privacy non è un impiccio ma servono dati “di qualità” di Edoardo Segantini, Corriere della Sera
    Soro – Come diventare veri cittadini dell’era digitale di Goffredo De Marchis, La Repubblica
    Soro – Privacy, il nuovo nome della libertà di Luca Martinelli, Altreconomia
    Soro – Manuale per navigatori troppo inconsapevoli di Elisabetta Reguitti, il Fatto Quotidiano