Le migrazioni animali, preistoria e storia – il Bo Live

Il Bo

Sul Bo Live (giornale online dell’Università di Padova) si parla di Senza confini di Francesca Buoninconti.

«Con stile curato e fresco, Francesca Buoninconti si mette a fianco degli animali che non conoscono le frontiere fra stati stabilite dagli umani» e ci  racconta le loro migrazioni, che in alcuni casi sono incredibili, come per la straordinaria «staffetta migratoria» delle farfalle monarca.

Ma non solo. Senza confini «riflette con dovizia di particolari su molte altre specie. Mari e oceani sono pieni di migranti, in parte, forse, da oltre cento milioni di anni, come nel caso delle tartarughe marine, rettili che vivono in mare aperto, le cui femmine nidificano sulle spiagge (ricordandosi pure quelle “natie”). I cetacei, invece, hanno le pinne e sanno cantare, la comunicazione canora è cruciale. Mancano ancora notizie certe sull’incredibile traffico delle specie dei pesci, come si regola precisamente, ognuna e accanto alle altre, circa dolcezza, temperatura, correnti delle acque: qualcosa in più è noto per tonni e sardine, salmoni e anguille. Infine vengono narrati gli animali terrestri: pinguini, gnu, zebre, elefanti, renne (e persistenti popolazioni umane nomadi), caribù, antilocapre, cervi mulo, rane, anfibi, granchi. Lo stile è affabile anche quando si trattano argomenti complessi, denso di comparazioni e aggiornamenti».

A questo link l’articolo completo.

"Senza confini" di Francesca Buoninconti

“Senza confini” di Francesca Buoninconti

Acquista Senza confini su Ibs o Amazon.