Houston, problema risolto – Marco Pivato, La Stampa

La Stampa

Il segreto della creatività è un processo in tre fasi che rielabora nostra esperienza: curvatura (rimodellamento di un tema originale), rottura (frammentazione del tema) e fusione (collegamento di temi o più parti di un tema). È utilizzando al meglio questi passaggi che gli astronauti dell’Apollo 13 sono tornati a casa tutti interi, che Steve Jobs ha creato la Apple, che Paul Cézanne ha frammentato il piano visivo in forme geometriche e macchie di colore.

Su TuttoSalute della “Stampa”, Marco Pivato parla delle origini della creatività umana secondo La specie creativa di Anthony Brandt e David Eagleman (Codice Edizioni 2019).

A questo link l’articolo completo.

"La specie creativa" Anthony Brandt e David Eagleman

“La specie creativa” Anthony Brandt e David Eagleman

«Facciamo parte di un grande albero genealogico di specie animali. Perché allora le mucche non creano coreografie di balletti? Perché gli scoiattoli non progettano ascensori per raggiungere la cima degli alberi? Perché gli alligatori non inventano motoscafi? Un ritocco evolutivo negli algoritmi del cervello umano ci ha permesso di “assorbire” il mondo che ci circonda e di crearne versioni nuove e alternative che rispondono alla domanda “E se facessi così?”. Questo libro è dedicato a quel software creativo: come funziona, perché ne siamo provvisti, come lo usiamo e soprattutto dove ci sta portando.»

Da Picasso a Steve Jobs, da Chopin ad Einstein, da Edison a Leonardo da Vinci, un grande racconto scientifico sulla creatività umana, corredato da più di 200 illustrazioni a colori.

Acquista il libro su Ibs o Amazon.