"Una scomoda scienza" di Rob DeSalle e Ian Tattersall
Ian Tattersall, Rob DeSalle

Una scomoda scienza

Traduzione di Allegra Panini

Antropologia · Comunicazione della scienza · Evoluzionismo · Genetica · Società · Storia
Pubblicazione: 19 giugno 2019
Euro: 23,00
Pagine: 241
ISBN: 9788875788100

Non dovrebbe più essere necessario ormai ricordare che tutti gli esseri umani, da dovunque provengano, appartengono a una sola specie. Eppure ancora oggi molte persone che affermano di respingere ogni forma di razzismo danno per scontata la validità biologica del concetto di “razze umane”, come se fosse possibile dividere Homo sapiens in sottospecie distinguibili.
In Una scomoda scienza DeSalle e Tattersall ripercorrono il lungo e straordinario viaggio dell’evoluzione umana, e attraverso gli strumenti della tassonomia, della genetica e della genomica (di cui spesso si è fatto un uso improprio per avallare una cattiva scienza) offrono la prova definitiva che la razza è un costrutto sociale e politico senza alcun fondamento scientifico, un mix pericoloso di immaginazione e ideologia.

«Dal punto di vista scientifico, il concetto di razza possiamo (o comunque dovremmo) considerarlo morto. Tuttavia, sul fronte sociale e politico dimostra una tenacia degna di uno zombie.» Rob DeSalle e Ian Tattersall
«Una straordinaria lezione di scienza.» Niles Eldredge