Su Le Scienze di questo mese, Alessandro Delfanti, nella rubrica “Libri & Tempo libero”, recensisce Uno strano silenzio di Paul Davies.

Dal 1960 il programma scientifico seti (Search for Extraterrestrial Intelligence) scandaglia lo spazio siderale nella speranza di intercettare un segnale, un qualsiasi segnale, che ci confermi l’esistenza di una civiltà extraterrestre. Finora però ogni sforzo si è tradotto in uno strano, e un po’ inquietante, silenzio. Significa che dobbiamo arrenderci all’idea che siamo davvero soli nell’universo, e che non esistono altre forme di vita? (continua a leggere »)

Se la previsione del rischio sismico è sempre apparsa poco sexy agli occhi di politici amministratori e magari anche a noi cittadini, la previsione dei terremoti è sempre stato un tema caldo. Alessandro (continua a leggere »)

«Quando si interroga un genetista forense sul delitto del momento e su come le tracce di DNA sulla scena del crimine stiano aiutando o no a risolverlo, prima o poi (continua a leggere »)

Le Scienze recensisce “Geni a nudo” di Helga Nowotny e Giuseppe Testa.

[…] Geni a nudo ha innanzitutto il merito di riconoscere, come punto di partenza, che non è possibile trattare la scienza senza mettere al centro della scena i suoi rapporti con la società, e senza occuparsi di temi come la distribuzione del potere, il profitto o i modelli di democrazia messi in gioco dai cambiamenti scientifici […] (continua a leggere »)

«Renato Bruni vuole superare le cecità vegetali, restituendo una visione a tutti tondo del mondo delle piante. Con un linguaggio leggero alterna racconti e aneddoti, curiosità e spiegazioni, spaziando fra (continua a leggere »)