La fine del cibo

Osservando gli scaffali dei supermercati è naturale supporre che la macchina che muove il sistema alimentare contemporaneo funzioni benissimo. Come mai, però, siamo sempre più esposti a possibili infezioni e intossicazioni? E come mai questa sovrabbondanza, che in Occidente ha portato obesità e diabete a livelli preoccupanti, non ha risolto il problema della fame nel mondo? Roberts ha analizzato il “problema cibo” – una delle emergenze del prossimo futuro – per anni, visitando stabilimenti di multinazionali, fiere agricole in Cina, impianti di confezionamento della carne e catene di supermercati. Il quadro che emerge, con il progressivo impoverimento delle risorse naturali, i cambiamenti climatici in atto e previsioni fosche sull’aumento della popolazione mondiale, è quanto mai preoccupante: «Ci troviamo forse alla fine di quella che un giorno sarà definita l’“età aurea” del cibo: quel breve, quasi prodigioso periodo durante il quale ciò che mangiavamo sembrava semplicemente divenire di anno in anno più abbondante, più sicuro, più nutriente. In una parola, migliore».
Booktrailer su La fine del cibo

Tag: Alimentazione, Ambiente, Cibo, Economia, Paul Roberts, Salute, sviluppo sostenibile


Prime pagine

  • Edizione: 2008
  • Euro: 28,00 €
  • Tot. pagine: 496
  • ISBN: 978-88-7578-127-9
  • Acquista con
    Acquista con IBSAcquista con Amazon

  • Traduzione di Ilaria Bondani, Elia Rigolio, Silvia Vivan

  • Collana:

  • Categoria:
  • Rassegna stampa
    [Nòva – Il sole 24 ore – 12/2010]
    Vogue – 01/05/09
    D/La Repubblica delle donne – 11/04/09