Fatti di musica (ed. 2008)

La scienza di un'ossessione umana


Pensate a una melodia che non riuscite a togliervi dalla testa. Potrebbe essere un pezzo dei Beatles così come il jingle della vostra birra preferita. Non ha importanza. Ora: non vorreste potervi sedere attorno a un tavolo con la persona che era presente alle registrazioni di quella canzone? La persona in grado di spiegarvi nel dettaglio perché quella particolare combinazione di ritmo, armonia e timbro si è letteralmente incollata nel vostro cervello, e vi ha portato quasi alle lacrime o vi ha fatto ballare come degli ossessi con il sorriso sulle labbra ogni volta che l’avete sentita? Be’… Daniel Levitin è la persona che cercate.
Dopo una carriera come musicista rock e produttore musicale, Levitin si è dedicato alla ricerca cognitiva, dopo aver conseguito un Ph.D. in neuroscienze. In lui convivono, perfettamente allineate, l’anima e l’attitudine dell’artista e dello scienziato, in grado di ridurre una melodia a un impulso neurale, analizzarlo, e ripercorrere il tragitto inverso per farlo ritornare ad essere quello che è: una meravigliosa esperienza. E tutto questo senza privarsi del piacere di lasciarsi trasportare dalla buona musica.

Tag: cervello, Daniel Levitin, Musica, Neuroscienze, scienze cognitive, storia della scienza


Prime pagine

  • Edizione: 2008
  • Euro: 26,00 €
  • Tot. pagine: 304
  • ISBN: 978-88-7578-098-2
  • Acquista con
    Acquista con IBSAcquista con Amazon

  • Traduzione di Susanna Bourlot

  • Collana:

  • Categoria:
  • Rassegna stampa
    La scienza svela la formula della musica perfetta (marzo 2012)
    Fatti di musica, la scienza di un’ossessione umana – Benedetta Saglietti, Giornale della musica
    I superpoteri della musica. Dossier – Elena Meli, Focus