Corpi

Il rapporto dell’uomo con il proprio corpo non è mai stato del tutto sereno; ma se ansie e paure ne hanno sempre fatto parte, la definitiva affermazione della società dei consumi ha ulteriormente peggiorato questo sentire. Insicurezza e vulnerabilità sono state amplificate e usate per creare l’ideale perfetto di corpi artefatti e standardizzati, alimentando un’industria della bellezza sempre più specializzata, e ricca. Il corpo si è trasformato in un sogno, un’aspirazione impossibile da raggiungere rendendoci così prigionieri di pericolose isterie: diete assurde, allenamenti estenuanti, consumi ossessivi di prodotti di cosmesi. Per riacquisire una percezione reale del proprio corpo, Susie Orbach consiglia di tornare alla più cruciale di tutte le nostre relazioni, il rapporto tra madre e figlio, quel primo contatto con la fisicità che plasma il nostro ingresso nel mondo.

Tag: bellezza, consumo, Psicologia, società, susan orbach


Prime pagine

  • Edizione: 2010
  • Euro: 17,00 €
  • Tot. pagine: 160
  • ISBN: 978-88-7578-157-6
  • Acquista con
    Acquista con IBSAcquista con Amazon

  • Traduzione di Davide Fassio

  • Collana:

  • Categoria:
  • Rassegna stampa
    [Il Venerdì – 06/2010]
    [Flanerì – 11/2010] Corpi
    [Anna 01/2011]