Albert Camus filosofo del futuro

A cinquant’anni dalla morte improvvisa in seguito a un incidente automobilistico, Albert Camus continua ad essere uno degli scrittori più letti al mondo. Lo straniero e La peste continuano a coinvolgere e appassionare i giovani di ogni nuova generazione. Camus è stato però anche un grande filosofo, ed è proprio al Camus filosofo, al pensatore dell’“esistenza assurda” e della speranza attraverso il principio “solitaire, solidaire”, che è dedicato questo piccolo libro di Paolo Flores d’Arcais. Perché la filosofia di Camus, che lo portò dopo l’uscita del suo capolavoro (L’uomo in rivolta) a una leggendaria polemica, e infine alla rottura, con l’altro filosofo dell’engagement, Jean-Paul Sartre, costituisce davvero, secondo la tesi di Flores d’Arcais, una “filosofia per il futuro”, al tempo stesso rigorosa e libertaria, capace di superare le secche del pensiero ermeneutico post-moderno. Al saggio di Flores d’Arcais segue la trascrizione di una tavola rotonda con la partecipazione, tra gli altri, di Fernando Savater e Alain Finkielkraut.

Tag: Albert Camus, Filosofia, Paolo Flores D'Arcais


Prime pagine

  • Edizione: 2010
  • Euro: 9,00 €
  • Tot. pagine: 72
  • ISBN: 9788875781477
  • Acquista con
    Acquista con IBSAcquista con Amazon

  • Collana:


  • Categoria:
  • Rassegna stampa
    [Il sole 24 ore – 02/2010]
    Repubblica.it – 22/02/10
    il manifesto – 21/02/10
    La solitudine dello straniero