Un’umanità fatta di storie

XL - La Repubblica

«L’umanità racconta storie da sempre, ma le tecnologie cambiano il modo di narrarle. Secondo l’antropologo digitale Frank Rose, il web rende la narrazione interattiva e “immersiva”, con l’utente che si fa protagonista delle storie. Come nel caso di Il cavaliere oscuro, preceduto da un fortunato reality game in rete. O di Lost che si è avvalso anche delle idee dei suoi tantissimi fan».

XL La Repubblica (per leggere l’articolo, scaricare il PDF a lato)

 

Frank Rose - Immersi nelle storie

Nel Novecento ogni nuovo mezzo di comunicazione (cinema, radio, televisione) ha di volta in volta rivoluzionato le regole che governano l’arte della narrazione. Lo scopo però è stato per tutti sempre lo stesso: immergere il pubblico nelle storie raccontate, coinvolgerlo. Oggi, grazie alla natura sociale e collaborativa di internet, quest’arte ha raggiunto il suo massimo grado di evoluzione: lo spettatore non è più solo immerso nella storia, ma è chiamato in diversi modi a farne parte, a contribuire attivamente alla sua scrittura. Frank Rose ha studiato alcuni dei fenomeni più importanti della cultura pop contemporanea, e ha parlato con gli autori che li hanno creati. Immersi nelle storie è uno sguardo attento sul modo in cui stanno cambiando i mezzi di comunicazione e l’industria dell’intrattenimento.