Scienza ed etica. «Ricerca vitale con limiti umani» – Giulia Armeni, Il Giornale di Vicenza

Il Giornale di Vicenza

Daniela Ovadia e Fabio Turone hanno chiuso la serie di open day virtuali di Fondazione Zoé, “Vivere sani, vivere bene”, con un appuntamento che prende il titolo dal loro libro, Scienza senza maiuscola. Su Il Giornale di Vicenza, Giulia Armeni riprende i momenti cruciali dell’incontro, che «ha affrontato la macroquestione dei risvolti sociali dei processi scientifici».

«La scienza è diventata come il tempo: tutti ne parlano, ma pochissimi ne sanno» esordisce la giornalista. Eppure una comunicazione scientifica chiara è fondamentale per la cittadinanza. «Cittadini che, nell’ultimo anno e mezzo, dalla ricerca e dalla scienza si sono spesso sentiti “traditi”: quante volte, dallo scoppio della pandemia, i camici bianchi hanno ritrattato, rettificato, deviato?» chiede Armeni. «Sì, la scienza sbaglia – conferma Fabio Turone – ed è vero anche che molte scorrettezze mediche sono state commesse in malafede.»

Questi incidenti non devono però alimentare lo scetticismo, avvertono gli autori di Scienza senza maiuscola. «La scienza merita rispetto e fiducia anche quando non merita la “S” maiuscola, perché a volte, come con il Covid, è costretta ad avanzare a tentoni e non per mancanza di onestà o competenza.»

A questo link l’articolo completo.

Acquista Scienza senza maiuscola su Ibs o Amazon o in e-book su Bookrepublic.