La storia segreta della guerra al cancro

L'Altra Medicina

«Vengono infine rivelate all’opinione pubblica le scandalose manovre che hanno sottratto informazioni di estrema importanza  nella lotta al cancro. In particolare, i rischi ambientali che, una volta divulgati, avrebbero potuto salvare molte vite. Sul banco degli imputati salgono l’industria chimica, farmaceutica e del tabacco. E uno stuolo di politici al seguito. I documenti riportati alimentano la polemica e sono difficilmente contestabili. L’autrice dirige il centro di oncologia ambientale dell’università di Pittsburgh».

L’Altra Medicina (per leggere l’articolo completo, scarica il PDF a lato).

 

Devra Davis - La storia segreta della guerra al cancro

Sono passati quasi quarant’anni da quando, nel 1971, Richard Nixon dichiarò ufficialmente “guerra al cancro”. Da allora sono stati fatti molti passi in avanti, e alcuni di notevole importanza, ma c’è una storia, nascosta nelle pieghe delle scoperte scientifiche, che nessuno ha mai raccontato; una trama segreta che oggi, grazie a questo libro coraggioso, vede finalmente la luce. Devra Davis non usa mezzi termini nel denunciare gli inganni delle lobby del tabacco e dell’industria chimica e farmaceutica, colpevoli di aver manipolato e influenzato la ricerca in nome del profitto a tutti i costi, deviando l’attenzione dalla prevenzione alla cura, impedendo così che venissero salvate centinaia di migliaia di vite. L’autrice ricompone un quadro di figure inquietanti, come quella di Robert Kehoe, agente della CIA che viaggiò tra le macerie della Germania nazista alla caccia dei rapporti medici in cui gli scienziati tedeschi, finanziati anche da aziende americane, avevano già stabilito il legame tra l’insorgenza dei tumori e fattori ambientali quali l’esposizione a sostanze tossiche nei luoghi di lavoro, oltre che al fumo di sigaretta. Documenti che ancora oggi non sono stati resi di pubblico dominio. Questo libro è la storia di una delle grandi croci del XX secolo, e dello scandalo che nasconde.