Gli imprevisti dell’«homo digitalis» – Benedetto Vecchi, il Manifesto

Il manifesto

In occasione della sua partecipazione al Salone Internazionale del Libro 2019, Benedetto Vecchi del “Manifesto” ha intervistato Daniel Cohen a proposito del suo I tempi sono cambiati. Anteponendo sempre l’analisi a qualunque tentazione di lettura “nostalgica” del passato, Cohen racconta il capitalismo che verrà, in un mondo «dove le macchine possono essere o le nostre assistenti o i nostri padroni», caratterizzato da «pochi diritti, concentrazione della ricchezza, depauperamento della democrazia, mentre il populismo è la forma politica dei perdenti, di coloro che sono messi fuori le mura della cittadinanza». Un libro, come dice Vecchi, «amaro, dunque. Anche se il suo autore non nasconde la speranza che in questo interregno che vede morire il capitalismo industriale e un nuovo che non riesce a trovare forma compiuta, la politica possa svolgere ancora un ruolo nel redistribuire la ricchezza, affermare diritti individuali e collettivi».

A questo link l’intervista sul manifesto.it.

A questo link l’intervista in formato pdf.

"I tempi sono cambiati" di Daniel Cohen

“I tempi sono cambiati” di Daniel Cohen

Acquista I tempi sono cambiati su Ibs o Amazon.