Funziono così (Aprile 2012)

D - La Repubblica

Un’idea originale e virale, una mostra fotografica, un set di “istruzioni per l’uso”, ma anche una provocazione nata quasi per gioco. L’autrice è una giovane ebook editor, si chiama Marina Abatista. La mostra si chiama “Istruzioni per l’uso“.

Marina, fotografa per passione, ha chiesto alle persone ritratte di realizzare un proprio “libretto” di istruzioni, in un modo che anche fisicamente le rispecchiasse. Un li- bretto che non è proprio un libretto, ma che può essere una parola, una frase, una lista, un oggetto, una foto, un disegno, un collage.

istruzioni per l'uso

Nell’intervista con D di Repubblica a un certo punto emergono i temi di “Insieme ma soli” di Sherry Turkle, molto vicini alle riflessioni della giovane artista, che si pone molte delle domande che riecheggiano anche nel libro della sociologa newyorkese.

Citiamo di seguito una parte dell’intervista:

[…] Ah Marina! Forse non lo sai, ma su questo tema la sociologa americana Sherry Turkle, in un libro meraviglioso chiamato Insieme ma soli (Codice Edizioni), dedicato a Rebecca, la figlia diciottenne, ha analizzato che cosa ci sta succedendo da quando abbiamo affidato alla tecnologia la gestione delle relazioni: che ci aspettiamo sempre meno gli uni dagli altri. «Quando è la tecnologia a costruire l’intimità, le relazioni si possono ridurre a semplici connessioni: quindi, la connessione facile si ridefinisce come intimità», scrive Turkle. Usiamo un sms per costruire un rapporto, ma anche per difendercene. Preferiamo scrivere piuttosto che parlare al telefono e piuttosto che incontrarci, per assicurarci contro i rischi e ripararci dalle delusioni. Sembriamo vicini ma siamo lontani, e la nostra cyberintimità scivola in inquietanti cybersolitudini […]

[leggi l’intervista completa su D di Repubblica on line]