La biodiversità agricola, chiave di innovazione sostenibile – Elisabetta Tola, Radar

RADAR

Elisabetta Tola pubblica sulla rivista RADAR un articolo dedicato alla biodiversità agricola, tema al centro del suo libro Semi ritrovati scritto insieme a Marco Boscolo.

Nel suo articolo, Elisabetta Tola spiega come i 17 SDGs – obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite – sono ben lontani dall’essere raggiunti. Questo succede «per tanti motivi, ma principalmente perché tendiamo a guardare a singole azioni e linee di intervento senza mettere in discussione la reale radice dei problemi, la struttura stessa del nostro modello disviluppo, improntato ancora oggi a una visione di crescita e produttività continua. Un modello che continua ad accrescere le disuguaglianze in termini di ricchezza, di diritti, di accesso alle risorse e, in ultima analisi, di possibilità di scegliere come vivere e di farlo in modo decente per miliardi di persone».

«Così, mentre spingiamo per la decarbonizzazione, continuiamo a dare incentivi per oltre 137 miliardi di euro l’anno al settore dei combustibili fossili, come una recente corposa inchiesta del collettivo Investigate Europe – Europe’s love affair with fossil fuels – ha raccontato nel corso dell’estate 2020 con una massiccia mole di analisi di dati e documenti ufficiali. E, similmente, mentre consideriamo che la produzione alimentare attuale non basta, continuiamo ad accettare che le grandi corporations agro-alimentari si fondano una con l’altra arrivando a creare quasi-monopoli di potere che rendono sempre più difficile la vita dei piccoli agricoltori di tutto il mondo e che centralizzano le chiavi della sicurezza alimentare in pochissime mani.»

Eppure, continua Elisabetta Tola, «la FAO, pur in ritardo data la mole di studi disponibili in questo ambito, è arrivata già nel 2014 a individuare nei piccoli agricoltori, in quelli che coltivano piccoli appezzamenti di terra e che costituiscono circa mezzo miliardo di minuscole aziende familiari nel mondo, i veri produttori di cibo del pianeta».

A questo link l’articolo completo.

Acquista Semi ritrovati su IBS, Amazon o in e-book su Bookrepublic.