Michio Kaku

Fisica dell’impossibile (ed. 2008)

Traduzione di Andrea Migliori e Sergio Orrao

Varia · Fisica
Pubblicazione: 2008
Euro: 26,00
Pagine: 352
ISBN: 978-88-7578-115-6

Riusciremo un giorno ad attraversare i muri, costruire astronavi in grado di superare la velocità della luce, leggere nella mente delle altre persone, muovere gli oggetti con la forza del pensiero e spostarci nello spazio e nel tempo? La risposta sembrerebbe scontata, e verrebbe naturale obiettare che un conto è la scienza e un conto è la fantascienza.

Eppure Michio Kaku, abile divulgatore e uomo di scienza, ci avverte: attenzione a trarre conclusioni affrettate, perché l’impossibile è un concetto relativo. D’altronde un secolo fa nessuno avrebbe scommesso sull’utilizzo di raggi laser, sulla televisione o sulla capacità dell’uomo di scindere l’atomo e ricavarne energia.

Teletrasporto e viaggi nel tempo, telecinesi ed esistenza di civiltà extraterrestri, fino alla possibilità di piegare la luce per nascondere oggetti e persone: Kaku prende spunto dal ricco e affascinante immaginario della fantascienza – Philip Dick e Asimov, letteratura e cinema, Tolkien e L’uomo invisibile – per esplorare i concetti fondamentali (e i limiti) delle leggi della fisica come le conosciamo oggi, e dimostrare che magari tra cento anni quelle di Lost potrebbero rivelarsi idee molto meno strampalate di quanto pensiamo ora.

Booktrailer su Fisica dell’impossibile.