Blackwood – Wallis, la donna che sapeva troppo di Nadia Fusini, la Repubblica

La Repubblica

“La duchessa” è il titolo italiano del libro che Caroline Blackwood dedica a Wallis Simpson, ovvero l’americana divorziata, la borghesuccia di Baltimora, la novella Moll Flanders in cerca di mariti che la mantengano nel lusso, per amore della quale il principe Edward, duca di Windsor, rinuncia alla corona. Correva l’anno 1936. In inglese il titolo suona “The last of the Duchess”, e a un orecchio allenato viene in mente il titolo di una poesia di Browning, “My last Duchess”, un componimento in pentametri giambici a rima baciata, ispirato alla morte di Lucrezia de’ Medici, che nell’Inghilterra vittoriana trasferisce Eros e Thanatos sullo sfondo delle corti italiane. L’Italia, il Rinascimento sono sempre state per gli inglesi le unità di luogo e tempo perfette per storie di intrighi e scandali. Così da subito Lady Caroline ci invita a leggere il romanzo come una tragedia elisabettiana di ambiente italiano, una specie di remake della Duchessa di Amalfi , di Webster. Un noir, un racconto horror in chiave erotica, una piéce macabra dove il tono ironico si contamina con quello tragico.
Nadia Fusini, La Repubblica

Per continuare a leggere l’articolo originale, clicca QUI