Ta-Nehisi Coates

Tra me e il mondo (ed. 2018)

Traduzione di Chiara Stangalino

Euro: 10,00
Pagine: 207
ISBN: 9788875787585

La lunga lettera che Ta-Nehisi Coates scrive al figlio Samori nel giorno del suo quindicesimo compleanno. Lo straordinario racconto di Coates della sua infanzia nella parte sbagliata di Baltimora, della paura delle strade e delle gang, della scuola, della violenza, della polizia. Vincere questa paura, la paura di perdere il proprio corpo, diventerà lo scopo della sua vita. Per la prima volta la ricostruzione della storia americana riparte da zero; e riparte proprio da Ground Zero – dove ben prima del crollo delle torri gemelle c’era la sede del mercato degli schiavi della città di New York – per arrivare alle continue uccisioni ingiustificate di neri da parte della polizia, una violenza che diventa in questo racconto la storia universale del razzismo. Questo è un libro da cui nessuno uscirà indenne.

L’opera più acclamata di Ta-Nehisi Coates disponibile in una nuova edizione.

«Forse c’è stato, in qualche momento della storia, un grande potere la cui affermazione è stata esente dallo sfruttamento violento di altri corpi umani. Se c’è stato, io non l’ho ancora trovato.» Ta-Nehisi Coates

«Straordinario.» David Remnik, direttore del “New Yorker”

«Appassionato, autorevole, e davvero commovente.» Michiko Kakutani, “The New York Times”

«Immenso. Un classico che rimarrà nei secoli.» “Publisher’s Weekly”

«Un libro di rara bellezza e onestà.» “The Washington Post”

«Vi prego. Leggetelo.» Jay-Z

«Un libro epocale.» “Le Monde”