Siamo a corto di fantasia: i nostri rifiuti non esistono – Alessandra Viola, Il Messaggero

«I rifiuti non esistono. Può sembrare un’affermazione paradossale: il negazionismo estremo di una romana assediata dal quotidiano debordare dei cassonetti. Invece si tratta semplicemente del funzionamento dell’universo. Sul medio e lungo periodo, per il nostro pianeta così come per ogni altro corpo celeste, tutto torna ai suoi costituenti iniziali. Il concetto di rifiuto è legato […]

McDermid – L’effetto Csi e i segreti della psicologia dei malavitosi in “Anatomia del crimine” di Val McDermid di Mariapia Bruno, Il Messagero

«I morti parlano: qualsiasi scena del delitto contiene tutti i dati utili alla soluzione del caso; saper gestire questi dati è il lavoro degli scienziati forensi che aiutano la giustizia studiando i messaggi lasciati su un cadavere e le tracce nell’ambiente. La scrittrice non si limita a raccontare i casi più interessanti da lei esaminati, […]

Dal frisbee al cubo di Rubik

«Sapevate che il frisbee è nato in una pasticceria del Connecticut? Non che nella Frisbie Pie di Bridgeport si sfornassero dischi volanti. Ma le teglie circolari delle crostate preparate per le mense scolastiche volavano come astronavi, tra una lezione e l’altra: gli studenti le lanciavano dopo aver divorato anche l’ultima briciola di torta sfidandosi in una gara senza nome. Warren Franscioni e Walter Morrison, nel 1948, osservando quei lanci ebbero un’intuizione alla Steve Jobs, si chiusero in garage per trasformare un contenitore di latta per dolci in un giocattolo capace di sfruttare la differenza di pressione dell’aria e quindi di decollare. Lo zucchero e la fisica: tutta qui la storia di questo disco di plastica».