Epidemie nella società globale – Il Quotidiano del Sud

Il Quotidiano del Sud

Il Quotidiano del Sud dedica la rubrica “Lo scaffale” al libro Salute senza confini di Paolo Vineis, presentando alcuni dei tratti salienti e peculiari del volume.

«Siamo totalmente impreparati – spiega Vineis – alla minaccia delle pandemie, che possono essere peggio di una guerra in termini di perdite di vite umane. Mai come ora, nel mondo interconnesso dell’Antropocene, al cervello veloce che ci permette di far fronte rapidamente e coraggiosamente alle emergenze, è necessario affiancare il cervello lento, quello della riflessione a livello corticale, che dalla tragedia odierna trae lezione per prepararsi alla prossima emergenza.»

L’articolo del Quotidiano del Sud continua citando un altro spunto di Vineis contenuto in Salute senza confini «Al di là delle circostanze specifiche – ancora abbastanza misteriose – in cui è originata COVID-19, possiamo attenderci altre epidemie o pandemie simili in futuro. In fondo SARS, MERS e COVID-19 si sono presentate in rapida successione. Ad esse va aggiunta la sindrome diarroica acuta dei suini da coronavirus HKU2, che nel 2018 ha causato un’epidemia in Cina (anch’essa dovuta ai pipistrelli e curiosamente partita a breve distanza spaziale e temporale dalla SARS). Sulla base di questi e altri indizi, il 7 febbraio 2018 l’OMS ipotizzò l’emergere di una malattia da un patogeno ancora sconosciuto ma capace di provocare milioni di morti, disease X. E recentemente Marion Koopmans, capo della Virologia all’Erasmus University Medical Center di Rotterdam, in un articolo sulla rivista “Cell” ha sostenuto che COVID-19 può essere la disease X. Per questi motivi dobbiamo immediatamente investire sulla ricerca delle catene causali che portano alla diffusione di epidemie, in particolare per agenti ancora sconosciuti ma non solo.»

A questo link l’articolo completo.

Acquista Salute senza confini su Amazon, IBS o in versione e-book su Bookrepublic.