In un lungo articolo su Le Scienze che parla dell’evoluzione da un punto di vista della morale e del comportamento, Telmo Pievani, autore di Nati per credere, insieme a Giorgio Vallortigara e Vittorio Girotto, cita il libro di Martin Nowak, Supercooperatori.

Che dire invece della gamma di fenomeni che comprende la reciprocità fortemente indiretta, i comportamenti sessuali senza funzioni riproduttive, l’altruismo fra estranei non imparentati? Qualcosa qui sembra spezzare la logica selettiva dello scambio e del calcolo immediato di costi-benefici. E dato che le casistiche del mondo biologico, come nota fra gli altri Martin A. Nowak in Supercooperatori, del 2011, per non incappare in riedizioni di argomenti “per discontinuità” abbiamo bisogno di nuove spiegazioni evoluzionistiche soddisfacenti. (continua a leggere »)

«I miti sulla creazione di esseri artificiali sono antichi quanto l’uomo, come i miti sulla creazione in generale. Da quelli che hanno mescolato la materia inerte alla materia organica fino (continua a leggere »)

«Quasi nessuno sa chi sia John Harington, eppure la sua è una di quelle storie importanti per l’umanità, o almeno per la nostra comodità quotidiana. Vissuto alla corte di Elisabetta (continua a leggere »)

«Complice lo sviluppo delle neuroscienze e un’ondata di studi di carattere psicologico, l’amore non è più una questione per artisti (da quelli della parola a quelli dell’immagine) e filosofi, ma (continua a leggere »)

«Dalla chimica del Dolce Forno alla fisica della pista Polistil: ci hanno sempre fatto giocare con la scienza e non ce l’hanno mai detto. Lo scopriamo oggi grazie a un (continua a leggere »)