«Secondo il docente di genetica e legge a Stanford, tra qualche decennio nei Paesi ricchi il sesso riproduttivo sarà obsoleto». Nel saggio La fine del sesso Henry T. Greely ci (continua a leggere »)

“Non ci si ammala mai da soli, la malattia colpisce tutti quelli che hai intorno e bisogna trovare un modo per rendere questo tangibile. Ma soprattutto agibile, trasformabile. Serve un (continua a leggere »)

«Leggeremo il pensiero , registreremo i nostri sogni per rivederli o mostrarli agli amici, ci connetteremo a Internet col pensiero, potremo conversare a piacimento con versioni digitali dei defunti e (continua a leggere »)

«C’è una grande stanza con quatto persone. Discutono animatamente su chi sia più intelligente, nessuno vuole cedere, siamo alla lite. Poi arriva un filosofo americano con la risposta che spiazza tutti: “Miei cari, è semplice: il genio, fra voi, è la stanza”. La stanza è Internet, universo multiforme e sterminato di conoscenze. Impossibile da gestire per un solo individuo». (continua a leggere »)

«Tempesta sensoriale e insieme piacere evoluto, intrecciato alla cultura e alla scienza, il vino tocca e unisce mente e corpo, ed è quindi una specie di metafora dell’essere umano, suo (continua a leggere »)