«Da Aristotele a Kant, dalla Cina a L’Aquila, sarà possibile intraprendere un viaggio attraverso la storia dei terremoti e dei tentativi di prevederli, costellata da pochi acuti e tanti fallimenti». (continua a leggere »)