Risultati per tag: simone arcagni

Siamo e saremo sempre più numerosi, più longevi, più sani e consumeremo quantità enormi di prodotti in un pianeta dalle risorse in progressivo esaurimento. L’unica strada per la sopravvivenza è usare meglio quello che abbiamo e produrre di più a parità di risorse impiegate.
È l’efficienza: un’esigenza che diventa anche un’opportunità di sviluppo, che entra in tutti gli ambiti della nostra vita quotidiana – sociale, economica, politica – e che può diventare il motore della crescita globale. A partire dal concetto stesso di energia, tutto deve essere ripensato, ristrutturato. Oxygen racconta questo cambio di paradigma della quotidianità, dal quale sono già nate nuove strade, professioni, industrie: un’economia che inventa soluzioni per un futuro sostenibile, nel quale l’efficienza genera efficienza, in una crescita progressiva e spontanea. Come accade in natura (e descritto dalla sequenza di Fibonacci in copertina) e come anche noi possiamo fare.
(continua a leggere »)

Lo sviluppo sta prendendo altre vie. Oggi che la crescita economica non si può scindere da quella sociale, il Terzo settore sta diventando sempre più rilevante nel panorama globale, sia in termini di peso istituzionale sia come traino degli altri settori. Per capire come questo sia successo e quali siano le enormi potenzialità che in esso si celano, Oxygen analizza l’evoluzione della filantropia mondiale, da teorizzato “amore per l’uomo” a macchina di sviluppo, innovazione, investimenti. Con case histories, riflessioni di chi nelle charities lavora ogni giorno o che può lavorare grazie ad esse, dati alla mano e progetti concreti, il numero racconta come l’attenzione sociale possa diventare sviluppo per tutti: umano, sociale, ambientale ed economico. (continua a leggere »)

Luogo d’incontro fra culture, religioni, società, il Mediterraneo è territorio ricco e complesso, da sempre strategico per la comunicazione fra Europa, Africa e Medio Oriente. Oggi, le primavere arabe, il bisogno crescente di risorse energetiche e le nuove possibilità di comunicazione impongono una nuova forza all’area, che diventa centrale negli equilibri geopolitici mondiali.

Da che cosa sia composta la “ricchezza” del Mediterraneo lo racconta l’attualità, con l’imporsi di nuove esigenze sociali, e così anche le economie in espansione, la politica in cambiamento e la cultura in fermento. Questo numero di Oxygen racconta un territorio in crescita, con enormi potenzialità che possono trovare la loro espressione solo se fra i Paesi del Mediterraneo, così diversi fra loro, s’instaurerà un duraturo ponte di comunicazione e collaborazione.

(continua a leggere »)

La crisi economico-finanziaria e la rivoluzione nel modello sociale contemporaneo hanno imposto l’avvento di una nuova era che vede avanzare protagonisti “inaspettati”, sempre più influenti negli equilibri geopolitici globali. Mentre il potere di governi nazionali e organizzazioni sovranazionali sembra diluirsi, emergono nuovi attori a guidare il “soft power” delle relazioni e nelle evoluzioni internazionali: sono le corporation, le organizzazioni non governative e i social media che danno voce a milioni di cittadini.

Ecco le nuove forze politiche, economiche e sociali che riusciranno a imporre la propria visione sul Pianeta.
(continua a leggere »)

L’industria è sicurezza perché è fabbricazione, creazione, unità di spirito e di materia, di corpo e anima della società; una sicurezza minata oggi dalla crisi economica mondiale. E così in Italia – il secondo Paese manifatturiero in Europa – fare le cose bene non basta più: bisogna saperle fare meglio degli altri. Per riuscirci è innanzitutto necessario ricostruire l’orgoglio industriale, valorizzare il lavoro in ogni ruolo, dare spazio alla creatività e all’iniziativa, mettere le piccole aziende in rete e quelle più grandi nelle condizioni di andare incontro ai nuovi bisogni globali e alle nuove tendenze tecnologiche. La chiave del successo è l’innovazione continua.
Questo numero di Oxygen racconta molte storie di successo, all’alba di quella che in molti già definiscono come la “terza rivoluzione industriale”, che sta attraversando il mondo intero e rilanciando la qualità manifatturiera dei Paesi storicamente più industrializzati.
(continua a leggere »)