Risultati per tag: national book award

«I francesi dicono “scrittura del sé”, gli americani “memoir” ma spesso usano solo “non-fiction”, noi diciamo soprattutto “autobiografia”, fatto sta che questo tipo di scrittura – nata dalle parti di (continua a leggere »)

«Tra me e il mondo: un libro profetico, perché scritto e pubblicato prima dell’elezione di Donald Trump». Nicola Lagioia sceglie l’articolo che Bruno Ventavoli ha dedicato a Ta-Nehisi Coates su (continua a leggere »)

«In America ha vinto diversi premi letterari ed è rimasto in vetta alla classifica dei bestseller del New York Times per parecchio tempo». Sullo scaffale dei “migliori libri di Storia” (continua a leggere »)

L’organizzazione statunitense National Book Foundation ha selezionato i cinque autori «under 35» in grado di poter lasciare un segno nella cultura americana e, tra questi, c’è anche Ta-Nehisi Coates, autore (continua a leggere »)

«Forse c’è stato, in qualche momento della storia, un grande potere la cui affermazione è stata esente dallo sfruttamento violento di altri corpi umani. Se c’è stato, io non l’ho (continua a leggere »)