Risultati per tag: evgeny morozov

Evgeny Morozov, blogger e teorico dei nuovi media, autore de L’ingenuità della rete e Contro Steve Jobs, in un’intervista a il Manifesto ci spiega perché la Apple è da considerarsi una impresa di successo costruita sulle macerie della controcultura degli anni Settanta e Ottanta e perché, invece, sarebbe sbagliato considerarla un simbolo dell’innovazione. (continua a leggere »)

Per l’ormai nutrita rubrica “Contro Steve Jobs”, sembra che Evgeny Morozov non sia il solo ad avere qualcosa da dire al colosso di Cupertino.

Richard Posner, autore di Un fallimento del capitalismo, boccia parte delle richieste della Apple nel processo contro Motorola, che si aprirà a inizio giugno, “negando la seconda metà della mozione di Apple come frivola e la prima metà come prematura e proibendo qualsiasi altra mozione senza prima aver ottenuto il permesso di muovere accuse”. (continua a leggere »)

Evgeny Morozov, autore dell’attesissimo Contro Steve Jobs, in un’intervista su Il Messaggero ci spiega chi è stato per lui il creatore di una delle aziende più ricche e importanti del mondo: “un genio, ma non un profeta, nostro signore del marketing, ma non un filosofo, un abilissimo imprenditore, ma non un santo”. (continua a leggere »)

Solo per la giornata di oggi, sabato 28 aprile, i due ebook di Evgeny Morozov saranno venduti a un prezzo super promozionale.

Contro Steve Jobs al prezzo di 0.99 euro (invece che 2.90 euro).
L’ingenuità della rete all’eccezionale prezzo di 1.99 euro (invece che 9.90 euro) (continua a leggere »)

In concomitanza con l’arrivo di Evgeny Morozov all’International Journalism Festival di Perugia, annunciamo l’uscita del suo pamphlet Contro Steve Jobs, disponibile in anteprima sin da oggi presso la sola libreria del Festival, e dal 3 maggio in tutti i punti normali vendita.

Il lancio è stato accompagnato da un piccolo ma crediamo interessante esperimento: un Tumblr dedicato in cui abbiamo raccolto dieci “contro”, dieci “pro” e dieci immagini significative raccolte in una lavagna virtuale nella quale, fra le citazioni di vari personaggi (compreso Jobs stesso), è possibile leggere un paio di stralci del libro di Morozov, riconoscibili dalla sigla E.M. (continua a leggere »)