Risultati per tag: d la repubblica delle donne

Il numero speciale di agosto di “D – La Repubblica delle donne” è dedicato a 100 donne che cambiano il mondo, nei più svariati ambiti: dai diritti umani a politica, (continua a leggere »)

Dopo la copertina della cultura, che La Repubblica ha dedicato a David Brooks il 17 aprile, D di Repubblica mette a nudo l’autore de L’animale sociale con un’interessante intervista per la rubrica Striptease culturale.

Dal libro sul suo comodino alla parola che più ama, dalla sua playlist preferita al film che più lo ha appassionato, passando dal suo rapporto con le tecnologie, fino all’idea che ha del nostro Paese, scopriamo il profilo umano e confidenziale di uno dei commentatori politici più ascoltati e influenti d’America.
(continua a leggere »)

Philippe Kourislky, intervistato su D di Repubblica in vista dell’uscita del suo Il manifesto dell’altruismo, parla di “altruità”, termine da lui coniato e che definisce un altruismo razionale, circoscritto, che indica un dovere con una giustificazione logica, indipendente dal sentimento e che differisce notevolmente dalla generosità, atto libero che si può scegliere di esercitare o meno.
“L’altruità ha una dimensione laica, è una nozione fredda, nasce da un’analisi nazionale della realtà”, dice l’autore, che rivela di essere ottimista e aggiunge: “La coscienza collettiva cresce ovunque. Il bisogno di altruità deve diffondersi come un virus nell’opinione pubblica mondiale, costringendo i poteri a cambiare rotta”.
Il manifesto dell’altruismo uscirà nel mese di Aprile. (continua a leggere »)

Dannato silenzio

25 novembre 2011 - News

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ci fa piacere condividere il video dal titolo “Dannato silenzio”, realizzato dalla Fondazione per la Cultura di Palazzo Ducale (con Genova Città Digitale e il Comune di Genova) e del quale la nostra autrice Nicla Vassallo è una degli ideatori e dei promotori più attivi. (continua a leggere »)

Il velocipide, l’ombrello, il coltello da tavola, la bicicletta a motore e la scatola dei Tic Tac, sono solo alcuni dei 150 brevetti che Vittorio Marchis è andato a scovare al Patent Office degli Stati Uniti d’America e che ripercorrono 150 (anni di) invenzioni italiane. (continua a leggere »)