I superpoteri della musica. Dossier – Elena Meli, Focus

01 luglio 2018 - rassegna stampa - Focus

Nel suo dossier “I superpoteri della musica”, pubblicato su Focus di luglio, Elena Meli descrive come ascoltare una melodia sia non solo piacevole. «Siamo prima animali musica che esseri parlanti, concetto che piace assai a Daniel Levitin, neuroscienziato e musicista che nel libro Fatti di musica (Codice Edizioni) racconta come il nostro cervello sotto effetto di una melodia diventi una specie di albero di Natale con lucine intermittenti: quasi non c’è zona che non si attivi».

Leggi l’articolo completo in formato PDF a questo link.

“Fatti di musica” di Daniel J. Levitin

Pensate a una melodia che non riuscite a togliervi dalla testa. Potrebbe essere un pezzo dei Beatles così come il jingle della vostra birra preferita. Non ha importanza. Ora: non vorreste potervi sedere attorno a un tavolo con la persona che era presente alle registrazioni di quella canzone? La persona in grado di spiegarvi nel dettaglio perché quella particolare combinazione di ritmo, armonia e timbro si è letteralmente incollata nel vostro cervello, e vi ha portato quasi alle lacrime o vi ha fatto ballare come degli ossessi con il sorriso sulle labbra ogni volta che l’avete sentita? Be’… Daniel Levitin è la persona che cercate.
Dopo una carriera come musicista rock e produttore musicale, Levitin si è dedicato alla ricerca cognitiva, dopo aver conseguito un Ph.D. in neuroscienze. In lui convivono, perfettamente allineate, l’anima e l’attitudine dell’artista e dello scienziato, in grado di ridurre una melodia a un impulso neurale, analizzarlo, e ripercorrere il tragitto inverso per farlo ritornare ad essere quello che è: una meravigliosa esperienza. E tutto questo senza privarsi del piacere di lasciarsi trasportare dalla buona musica Il volume Fatti di musica. La scienza di un’ossessione umana è un viaggio che il lettore può fare insieme allo scrittore, che è al tempo stesso un musicista affermato, uno scienziato rigoroso e una persona ancora in grado di guardare l’universo con un senso di stupore.

Tag: cervello, Daniel J. Levitin, Daniel Levitin, Fatti di musica, Musica, neuroscienza, Neuroscienze, scienza