Shin Dong-hyuk – Segnalibro del Corriere della Sera

27 novembre 2014 - rassegna stampa - Il Corriere della Sera

«L’evasione di Shin Dong-hyuk dal gulag dov’è nato non è meno atroce dei ricordi di lì dentro. Fuga dal Campo 14, il memoir affidato al giornalista Blaine Harden (traduzione di Ilaria Oddenino, Codice Edizioni) ha segnato per molti una presa di coscienza dei (non) diritti umani in Corea del Nord e ha lanciato un genere, con altri resoconti di altri fuggitivi.

Libro importante, alla faccia dei vari senatori Razzi che minimizzano o non vedono: basta non illudersi però che queste meritorie denunce possano cambiare qualcosa entro i confini del Paese».

Il Corriere della Sera (per leggere l’originale, clicca QUI).

 

shin«Quando vedo le immagini dell’Olocausto mi metto a piangere come un bambino. Sto ancora cercando di diventare, dalla bestia che ero, un uomo».

«Il libro di Harden, oltre a essere una storia avvincente narrata con il cuore, porta con sé un grosso carico d’informazioni sulle crepe più buie di una nazione».
The New York Times

Acquista il libro subito su IBS, Amazon o Bookrepublic.

 

 

 

 

 

Tag: Blaine Harden, Fuga dal Campo 14, Shin Dong-hyuk