Mirabilia: arte e botanica – Gabriele Miccichè, Cultweek

13 marzo 2019 - rassegna stampa - Cultweek

«“Cose meravigliose, straordinarie; frequente in contesti italiani, soprattutto in frasi di tono scherzoso (usato in genere senza articolo), con implicito un senso di esagerazione”. È la definizione del vocabolario Treccani del termine “Mirabilia”. Che oggi è il titolo di un affascinante volumetto di Renato Bruni, Mirabilia. La botanica nascosta nell’arte (Codice edizioni) che viene presentato a Milano nel corso del prossimo Book Pride. Renato Bruni è professore di botanica al Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’Università di Parma e ci conduce con la scelta di alcuni dipinti attraverso una storia della botanica. In un’immaginaria mostra, e accompagnato da due amici, Vincenzo Guarneri e Giovanni Sassu, Bruni ci guida in una storia della botanica accattivante ma non banale. Adottando i criteri della migliore tradizione divulgativa anglosassone, dall’acquerello di Albrecht Dürer, La grande zolla d’erba del 1503, fino alla scultura di Paul van Hoeydonck, L’astronauta caduto, questa mostra immaginaria ricostruisce la storia dell’affermarsi di quello che un tempo si chiamava “mondo vegetale” nel nostro pianeta».

In attesa della presentazione di domenica 17 alle 15.00 a Book Pride, Gabriele Miccichè racconta Mirabilia, il libro di Renato Bruni che mette in scena una vera e propria mostra d’arte virtuale che accompagna il lettore nell’affascinante mondo della botanica moderna.

Leggi l’articolo completo a questo link.

“Mirabilia” di Renato Bruni

Mirabilia. La botanica nascosta nell’arte è una mostra scientifica come non ne avete viste mai. Una mostra è l’insieme delle vie che essa è in grado di aprire nella mente del visitatore, e se ben fatta non si limita a una fruizione passiva che faccia dire «ho visto i girasoli di Van Gogh», ma «guardando i girasoli di Van Gogh ho scoperto una cosa nuova». In Mirabilia questa scoperta riguarda il sorprendente mondo delle piante svelato nelle opere di Dürer, Degas, Hokusai, Rivera, Duchamp, Warhol, Banksy e molti altri, dalle dinamiche ecologiche all’archeobotanica, dal sapore dei pomodori fino alle vertical farm e alle rivoluzionarie frontiere della ricerca.

Una mostra d’arte, come un libro, è forse il miglior modo per farsi portare in un luogo inesplorato e nuovo, per fare un passo verso risposte grandi e piccole, per sentirci persone migliori.

Mirabilia è un’ideale visita in un museo in cui celebri opere d’arte raccontano storie impreviste, aprendo porte inattese sulla cultura scientifica e botanica.

Acquista Mirabilia su Ibs o Amazon.

Tag: Arte, Book Pride, Botanica, Chiara Rostagno, Milano, Mirabilia. La botanica nascosta nell'arte, Renato Bruni