Intervista a Blaine Harden su Sony Hack e Nord Corea – la Repubblica

23 dicembre 2014 - rassegna stampa - La Repubblica

«Quello di Blaine Harden è un nome che i generali di Pyongyang hanno imparato a conoscere bene. E a odiare. Se non altro da quando il giornalista americano, per molti anni firma di punta del Washington Post, ha svelato i segreti più feroci del regime guidato da Kim Jong-un con il bestseller Fuga dal Campo 14 (pubblicato in Italia da Codice Edizioni), in cui racconta la storia di Shin Dong-hyuk, l’unico uomo che mai sia riuscito a fuggire dai lager nordcoreani, uno dei pochi a sfidare il giovane dittatore a viso aperto.

L’attacco alla Sony, la paura di Hollywood, le minacce di Pyongyang: davvero i nordcoreani sono in grado di danneggiare seriamente i sistemi informatici dell’Occidente?
Diciamo che per effettuare l’assalto alla Sony hanno avuto molto tempo. E poi si sono esercitati, per così dire, nel 2009, con alcuni attacchi informatici contro le banche sudcoreane. Però non credo che siano in grado di mettere seriamente a rischio il sistema informatico occidentale. Quello che colpisce è un’altra circostanza.

Quale?
Il tempismo. Proprio in questi giorni c’è il voto al Consiglio di sicurezza ONU, dove si deciderà se incriminare Pyongyang per violazione dei diritti umani. In sostanza, la vicenda di questi giorni è un’efficace campagna di distrazione. Si può dire che l’attacco alla Sony è il più grande successo in politica estera del regime nordcoreano. Perché ora tutti parlano dell’affaire Sony e guardano altrove, ossia lontano dall’essenza del sistema nordcoreano: che è fatto di un popolo che muore di fame, è fatto di repressione e violenza a un livello che ha pochi precedenti».

Roberto Brunelli, la Repubblica (per continuare a leggere su Repubblica, clicca QUI).

 

shin«Quando vedo le immagini dell’Olocausto mi metto a piangere come un bambino. Sto ancora cercando di diventare, dalla bestia che ero, un uomo».

«Il libro di Harden, oltre a essere una storia avvincente narrata con il cuore, porta con sé un grosso carico d’informazioni sulle crepe più buie di una nazione».
The New York Times

Acquista il libro subito su IBS, Amazon o Bookrepublic.

 

 

 

 

 

 

Tag: Blaine Harden, Fuga dal Campo 14, Nord Corea, Shin Dong-hyuk, Sony Hack