Imparare l’innovazione dalle piante – Alessandro Mattedi, Italia Unita per la Scienza

11 maggio 2018 - rassegna stampa - ItaliaXLaScienza.it

«La stupefacente capacità adattativa e di innovazione mostrata dalle piante nel corso della storia naturale, evolvendo soluzioni ai problemi più disparate, è una fonte immensa di idee. Esse hanno capito come scegliersi amici e nemici, sopperire alla mancanza d’acqua e di fonti di energia, amministrare informazioni complesse, diffondere i propri gameti sfruttando ogni tassista involontario possibile o al contrario facendo in modo di non averne bisogno quando non ci sono, gestire il vicinato più problematico, reclutare alleati e persino milizie in “guerre” ecologiche in miniatura. Nessuno ha saputo fare di necessità virtù più delle piante e anche per questo gli ecosistemi macroscopici, e sia direttamente che indirettamente la civiltà umana, si reggono sul loro operato. Non solo per via della fotosintesi clorofilliana con cui le piante forniscono ossigeno. Renato Bruni, da bravo botanico, lo dice apertamente: sono loro i veri organismi superiori su questo pianeta. E anche se non parlano, possono raccontare molte cose a chi sa “leggerle” e comprenderle. Erba Volant vuole essere una raccolta di esempi e aneddoti su alcune delle sorprese che il mondo vegetale ci riserva, partendo da problemi che l’autore ha dovuto per davvero affrontare e che ha risolto traendo spunto proprio dalle soluzioni ingegnose adottate da numerose piante. Che si tratti di sviluppare nuovi mezzi propulsivi, sistemi per depurare gli ambienti dagli inquinanti aerei, tessuti traspiranti, architetture funzionali o principi attivi da impiegare in farmacologia e nutrizione, senza escludere la possibilità che un giorno si ottenga la fotosintesi artificiale. Renato Bruni non si limita a fare corrispettivi 1:1 per ogni caso, perché esistono diverse soluzioni, diverse strategie alternative a ogni problema, che le piante hanno adottato e da cui gli esseri umani non solo possono ma devono trarre spunto. A loro volta senza replicarlo pari pari, ma adattandolo a differenti contesti e differenti necessità d’innovazione».

Come imparare l’innovazione dalle piante. Su ItaliaXLaScienza.it, la recensione di Alessandro Mattedi di Erba Volant di Renato Bruni.

Clicca qui per leggere l’articolo.

Si chiama biomimetica, ed è il metodo per studiare e imitare la natura garantendo all’uomo innovazioni efficaci e sostenibili. Così, le felci da appartamento che assorbono sostanze nocive diventano un modello per la depurazione dell’aria, mentre gli adattamenti sviluppati da alcune piante per resistere nei deserti forniscono idee per raccogliere acqua piovana e conservare vaccini senza frigorifero. In altri campi, osservare il regno vegetale può aiutare a progettare reti per lo scambio d’informazioni, a pianificare nuovi approcci al marketing, a sviluppare architetture leggere ecosostenibili, a ottenere la fotosintesi artificiale. In nove racconti-saggi che hanno per protagonista una società di consulenza molto particolare, Renato Bruni ci mostra come gli insegnamenti del regno vegetale possono venire incontro ad alcune nostre esigenze.

Acquista Erba Volant su IBS o su Amazon.

Tag: Botanica, Erba Volant, innovazione, piante, Renato Bruni, scienza