“I dati sui social? Restino nelle mani dei cittadini” – Massimo Cerofolini, Rai Radio 1

03 maggio 2018 - rassegna stampa - Rai Radio1

«”Dobbiamo organizzare i social e l’economia digitale in modo diverso”. In questa intervista, il grande fustigatore dell’impero digitale Evgeny Morozov, autore di Silicon Valley: i signori del silicio, si dice scettico sul nuovo corso di Facebook dopo lo scandalo di Cambridge Analytica. Per lui l’unica soluzione è un’altra: “I dati sui social network devono rimanere proprietà dei cittadini. Le grandi aziende digitali devono pagare per usarli, e tanto. Mentre le associazioni e gli enti locali devono pagare poco o addirittura essere finanziati”. Poi racconta dei casi di Amsterdam e Barcellona che stanno aprendo i dati alla cittadinanza. “Ma senza una strategia europea non si va da nessuna parte”».

Evgeny Morozov parla dello scottante tema della gestione dei dati sui social nell’intervista di Massimo Cerofolini, in onda su GR1 e ETA BETA  di Rai Radio 1.

Clicca qui per ascoltare il podcast.

Da alcuni anni le aziende della Silicon Valley promettono abbondanza, prosperità, riduzione delle disparità e una nuova società in cui tutto sarà condivisibile e accessibile, superando le vecchie logiche di mercato. Ma le cose stanno davvero così? Siamo sicuri che Google, Amazon, Facebook, Twitter & Co. non siano piuttosto l’ultima incarnazione del capitalismo (ancora più subdolo, perché mascherato dietro le suadenti parole della rivoluzione digitale) e l’ennesima versione dell’accentramento di potere economico e politico nelle mani di pochi? In tutto questo, sostiene Morozov, di democratico, rivoluzionario e “smart” c’è ben poco. C’è invece una merce svenduta sull’altare del profitto: i nostri dati personali, la nostra privacy e soprattutto la nostra libertà.

Acquista Silicon Valley: i signori del silicio su IBS o su Amazon.

Altri libri di Evgeny Morozov: L’ingenuità della rete, Contro Steve Jobs

Tag: Amazon, capitalismo, Evgeny Morozov, Facebook, Google, internet, press, Silicon Valley. I signori del silicio