Arsand – Dopo Buchenwald di Massimiliano Sardina, Amedit

27 giugno 2017 - rassegna stampa - Amedit

«Con Io sono vivo e tu non mi senti, romanzo di morte e d’amore, lo scrittore francese Daniel Arsand consegna definitivamente la verità alla storia, ridonando dignità a tanti deportati perché omosessuali».

Solo la settimana scorsa il Parlamento tedesco ha approvato un provvedimento che rende nulle le condanne per omosessualità emesse contro i propri cittadini a partire dalla Seconda Guerra Mondiale: Klaus Hirschkuh, protagonista del romanzo di Daniel Arsand Io sono vivo e tu non mi senti, rappresenta l’archetipo delle vittime di questa legge oltraggiosa. Sul trimestrale Amedit Massimiliano Sardina dedica un’intensa recensione a questo romanzo straordinario.

Leggi l’articolo

Tag: Buchenwald, Daniel Arsand, Germania, Io sono vivo e tu non mi senti, memoria, Nazismo, omosessualità, Persecuzione