«Un bambino sulle ginocchia e un gatto sulla schiena: ecco come scrisse i suoi lavori immortali». Così un suo contemporaneo raffigurava il grandissimo Leonhard Euler – per gli italiano Eulero (continua a leggere »)

«È innegabile che i viaggi temporali abbiano sempre affascinato l’uomo. Ma non molti sanno che la visione moderna che abbiamo di questo concetto, cioè basato su un dispositivo tecnologico che (continua a leggere »)

Storica rivista dedicata a fiori, piante, orti e giardini, questo mese “Gardenia” dedica spazio all’autobiografia della geobiologa Hope Jahren, Lab Girl. La mia vita tra i segreti delle piante. Un libro (continua a leggere »)

«I francesi dicono “scrittura del sé”, gli americani “memoir” ma spesso usano solo “non-fiction”, noi diciamo soprattutto “autobiografia”, fatto sta che questo tipo di scrittura – nata dalle parti di (continua a leggere »)

«Un iceberg in un mare di cobalto, una copertina suggestiva che smorza la negatività del titolo inglese Trash, spazzatura nel senso più dispregiativo. Un fisico che si occupa di fusione (continua a leggere »)