«C’è bisogno di ridefinire un nuovo patto sociale sui dati nella società digitale. Siamo all’inizio della quarta rivoluzione industriale con la rapida robotizzazione dell’economia e l’automazione di molti settori economici (continua a leggere »)

«Per Morozov, nella narrazione attuale, il cittadino che era persona degna di diritti è stato trasformato in un fruitore di servizi che ottiene in cambio del pagamento delle tasse. Una (continua a leggere »)

«Nel mito fondativo di Internet c’è stato il culto dell’anonimato. Via via venuto meno quando Facebook ha fornito le credenziali per accedere a una quantità sempre crescente di siti e (continua a leggere »)

«Le smart cities si fondano sui dati che devono appartenere alla collettività, essere considerati beni comuni e non finire nelle mani di poche grandi imprese impegnate a fare profitti. Serve (continua a leggere »)

«Francesca Bria ha scritto un libro a quattro mani con Evgeny Morozov, Ripensare la smart city, un saggio che indaga i temi dell’innovazione senza però lesinare critiche: dallo scollegamento con (continua a leggere »)