Non di soli geni

Come la cultura ha trasformato l'evoluzione umana


Cosa rende il genere umano un’eccezione così particolare nel mondo naturale? Come mai, se biologicamente siamo così simili agli altri mammiferi presenti sul pianeta, il nostro comportamento è al contrario così diverso? Homo sapiens ha mostrato nel corso della storia evolutiva una maggiore adattabilità a qualsiasi habitat naturale, una maggiore efficienza tecnica e una maggiore capacità di organizzare società complesse e cooperative. Che cosa ha permesso tutto ciò? Non di soli geni offre un’interpretazione radicale e potente, mutuata dalla teoria darwiniana, dell’evoluzione umana. La risposta a tali quesiti, sostengono Richerson e Boyd, non risiede esclusivamente nei geni; essa va anche e soprattutto ricercata nella nostra capacità, unica tra tutte le specie animali, di creare un sistema culturale articolato, elemento essenziale, indipendente e complementare della biologia. In un libro denso e affascinante, capace di spaziare dall’antropologia all’economia, dalla scienza alla sociologia, i due autori dimostrano come biologia e cultura siano inestricabilmente correlate, e come solo uno sguardo critico che le abbracci entrambe possa permettere una comprensione più approfondita della natura umana.

Tag: evoluzione, evoluzione biologica, evoluzione culturale, Peter Richerson, Robert Boyd


Prime pagine

  • Edizione: 2008
  • Euro: 29,00 €
  • Tot. pagine: 392
  • ISBN: 88-7578-046-3
  • Acquista con
    Acquista con IBSAcquista con Amazon

  • Traduzione di Simonetta Frediani

  • Collana:

  • Categoria: