L’impero delle stelle

Amicizia, ossessione e tradimento alla ricerca dei buchi neri


Londra, 11 gennaio 1935. Durante una riunione della prestigiosa Royal Astronomical Society, Subrahmanyan Chandrasekhar, giovane, brillante ma ancora sconosciuto fisico indiano trapiantato nell’Inghilterra colonialista, osa sostenere di fronte a una platea attonita quello che molti scienziati pensano ma si rifiutano di affermare in pubblico: una stella instabile, in determinate condizioni, può subire un collasso gravitazionale di tale portata da trasformarla in un oggetto infinitamente piccolo e denso. Era la prima descrizione matematica di quello che quasi trent’anni dopo sarebbe stato chiamato buco nero, una delle più dirompenti e misteriose scoperte del XX secolo. Cosa successe dopo quel giorno? Perché sir Arthur Stanley Eddington, massima autorità dell’astrofisica mondiale di allora, e capofila di un establishment accademico rigido e conservatore, si accanì con una violenza inspiegabile contro quell’ipotesi rivoluzionaria cui lui stesso stava peraltro lavorando? L’impero delle stelle non è solo una cronaca scientifica; è un romanzo che racconta le lotte di potere, le rivalità e le invidie operanti ai massimi livelli della ricerca scientifica, dove gli uomini spesso si giocano il tutto per tutto.

Tag: Arthur I. Miller, Astrofisica, biografia, cosmologia, Fisica, storia della scienza, Universo


Prime pagine

  • Edizione: 2008
  • Euro: 30,00 €
  • Tot. pagine: 420
  • ISBN: 88-7578-043-9
  • Acquista con
    Acquista con IBSAcquista con Amazon

  • Traduzione di Giuliana Olivero

  • Collana:

  • Categoria: