Happycracy

Come la scienza della felicità controlla le nostre vite


Viviamo in un mondo invaso dall’apparente felicità, a un livello tale che essere felici sembra essere diventato non solo un obiettivo di vita, ma un diritto e un obbligo. Non ci è concesso di fallire, e siamo condannati al successo e al benessere. Per aiutarci, alla fine degli anni Novanta è nata una nuova “scienza” dominata dalla psicologia positiva, con i suoi medici, le sue celebrità, i suoi scienziati autoproclamati e i suoi guru pronti a insegnarci come essere felici. In Happycracy, la famosa sociologa Eva Illouz, già autrice di dissacranti saggi sulla mercificazione dell’amore, ed Edgar Cabanas dimostrano quali conseguenze – politiche, ideologiche, scientifiche ed economiche – e minacce si nascondono dietro l’industria della felicità a tutti i costi, che ha spostato la responsabilità dalla società all’individuo.

Un libro provocatorio e urgente sulla ricerca universale della felicità e sulla dittatura che questa ricerca ha imposto a tutti noi.

Tag: Edgar Cabanas, Eva Illouz, psicologia, società, sociologia




  • Edizione: 2019
  • Euro: 20,00 €
  • Tot. pagine: 209
  • ISBN: 9788875787998
  • Acquista con
    Acquista con IBSAcquista con Amazon

  • Traduzione di Davide Fassio

  • Collana:

  • Categoria:
  • , ,
  • Rassegna stampa
    Smile, emoji e abbracci – Sabina Minardi, L’Espresso
    Schiavi del mercato del desiderio e della felicità – Silvia Camisasca, Avvenire
    Anche la psicologia ha il suo «happy end» – Massimiliano Parente, il Giornale
    Felici e remissivi: così le aziende creano i nuovi schiavi – Edgar Cabanas, Il Fatto quotidiano