Vita in casa editrice: la scelta della copertina di “Fuga dal Campo 14” di Blaine Harden

29 luglio 2014

Oggi ci aspetta la scelta della copertina di Fuga dal Campo 14 di Blaine Harden, il quarto titolo della nostra narrativa, in uscita in autunno.

 

harden

 

Fuga dal Campo 14 è la storia avvincente e drammatica di Shin Dong-hyuk, l’unico uomo che sia, ad oggi, riuscito a fuggire dai terribili campi di prigionia della Nord Corea. La sua fuga e il libro che la racconta sono diventati un caso internazionale, che ha costretto le Nazioni Unite a costituire una commissione d’indagine sui campi di prigionia nord-coreani. Il Campo 14 è grande quanto Los Angeles, e visibile su Google Maps: rimane però invisibile agli occhi del mondo.
Il crimine che Shin ha commesso è avere uno zio che negli anni Cinquanta è fuggito in Sud Corea; nasce quindi nel 1982 dietro il filo spinato, nel campo dove la sua famiglia è stata rinchiusa. Non sa che cosa sia l’affetto, e affronta le torture e la schiavitù con l’indifferenza di chi deve riuscire in un’unica impresa: sopravvivere.

Dopo cinque anni dalla sua fuga e dalla conquista della libertà, Shin deve affrontare la prova più difficile: fare i conti con le sue azioni, il dolore e i ricordi.

(Blaine Harden è scrittore e giornalista. Per quindici anni è stato corrispondente estero, in Africa, Europa e Asia, per il Washington Post. Oggi collabora con il New York Times).

 

 

 

Tag: Blaine Harden, Campo 14, Codice backstage, La vita in casa editrice, Nord Corea, Shin Dong-hyuk, The New York Times