Oxygen

Il nostro mondo è permeato di scienza, dagli aspetti più quotidiani della vita alle frontiere più avanzate della ricerca. Eppure noi non la respiriamo a fondo: accenniamo alla tecnologia, assorbiamo le innovazioni quasi senza accorgercene e discutiamo spesso in modo superficiale di ambiente e sviluppo sostenibile. Incuriositi dagli scoop dei media generalisti che cercano la divulgazione a effetto, ma senza i necessari strumenti di indagine, ci fermiamo di fronte alla vera cultura scientifica, intimoriti dalla sua apparente distanza...[continua...]

Le potenzialità delle risorse energetiche e naturali e un programma di trasformazioni ad ampio raggio hanno reso la Federazione Russa nuovamente protagonista a livello globale, pur con alcune contraddizioni.
Nell’ultimo decennio, la Russia ha infatti avuto una crescita impressionante, ma adesso la sfida principale per l’economia del Paese è trovare diverse fonti di sviluppo e attirare nuovi investimenti per sostenere anche nel futuro i ritmi attuali.
Oxygen racconta a 360 gradi la “nuova Russia” dei primati (dalle eccellenze tecnologiche e culturali ai movimenti giovanili, fino alle Olimpiadi Invernali di Soci nel 2014) e analizza le sue sfide presenti e future: economiche, politiche, sociali, e quelle cruciali che riguardano la politica estera, sospesa tra il consolidamento delle relazioni con l’Europa e le “tentazioni” che arrivano da Oriente.

Con interviste, articoli e interventi di Dmitri Trenin, Vladimir Putin, Mikhail Belyaev, Sergei Guriev, Sergei Karaganov, Marta Dassù, Konstantin Simonov, Antonio Zanardi Landi, Fabrizio Dragosei, Antonella Scott, Viktor Terentiev, Anna Zafesova, Viktor Vekselberg, Julia Goumen, Lucia Sgueglia e molti altri.
(continua a leggere »)

Fra le scoperte scientifiche, l’energia elettrica è quella che ha maggiormente trasformato la quotidianità e la storia.
In Italia questa forte influenza è stata dimostrata dal coincidere dello sviluppo economico con la nascita e i primi 50 anni di Enel: 18.250 giorni in cui l’energia è stata il motore dei cambiamenti storici, sociali, tecnologici.
Un percorso che continua, anche al di fuori del nostro Paese: l’energia, giorno dopo giorno, si appresta a essere vettore protagonista del futuro e delle sue sfide, a partire da quella ambientale. (continua a leggere »)

Il XXI secolo è l’epoca dello smarter consumer. Il consumatore di oggi ha una possibilità di scelta inimmaginabile: ha in tasca un supercomputer che gli permette di ottenere quello che vuole, e al miglior prezzo. Le persone stanno diventando più intelligenti perché lo stanno diventando gli oggetti che utilizzano, e questo comincia a esser valido praticamente per qualsiasi cosa. Oggi i consumatori sono più liberi: di evitare, accettare e interagire con un’offerta commerciale, di prendere parte a un’idea e migliorarla. Il consumatore intelligente è attento al tema dell’eco-sostenibilità e della solidarietà sociale nella produzione di beni o servizi. Per questo motivo, lo smart consumer è già in via di estinzione, sostituito dalla sua nuova versione, il consumer 2.0, ovvero il consumatore eco-smart. (continua a leggere »)

La crisi economica mondiale non ha arrestato la crescita dell’America Latina, che al contrario appare destinata a proseguire a ritmo sostenuto nel breve e medio periodo. Secondo proiezioni della CEPAL, nel 2011 il PIL della regione aumenterà del 4,2%, dopo essere salito del 6% nel 2010.
Questo trend espansivo si manterrà anche nel lungo periodo, permettendo a buona parte della regione latinoamericana di entrare nel cosiddetto “Primo mondo” nel giro di qualche decennio? Oppure ci sono ragioni per credere che il sogno possa finire? Quali sono gli scenari – politici, economici, sociali, energetici e non solo – che aspettano il continente latinoamericano?
Sono le domande alle quali Oxygen cerca di dare una risposta in questo nuovo numero, completamente rinnovato nella veste grafica e dedicato all’America Latina.
(continua a leggere »)

Un numero speciale di Oxygen, dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia, attraverso la storia e l’evoluzione delle scoperte scientifiche e dell’innovazione “made in Italy”, passata, presente e futura. (continua a leggere »)