Come funziona la creatività

12 marzo 2012 - News

Un articolo sulla creatività di Jonah Lehrer, giovane scrittore statunitense autore di  Proust era un neuroscienziato e Come decidiamo – e di cui prossimamente pubblicheremo Imagine: How creativity works, in questi giorni in uscita negli Stati Uniti da cui è tratto il testo che segue – che ci spiega come in ogni persona possa nascondersi uno Steve Jobs o un Bob Dylan. La creatività non è un potere soprannaturale, un dono del cielo o qualcosa di scritto nei nostri geni, ma un atto spontaneo, un flash che molto spesso si manifesta proprio quando non stiamo pensando direttamente al problema da risolvere.

La chiave della creatività, dice Lehrer è “l’abilità di affrontare i problemi come un principiante, mettendo da parte tutti i preconcetti e la paura di fallire” e chissà che una doccia calda, una birra fredda o una rapida visita alla scrivania di un collega non possano essere l’occasione di una vostra prossima grande idea, magari in grado di cambiare il mondo.

[Leggi l’articolo completo, in inglese,su The Wall Street Journal]

[Leggi l’articolo su Il Sole 24 Ore]

 

Tag: Come decidiamo, creatività, immaginazione, Jonah Lehrer, Proust era un neuroscienziato