Risultati per categoria: letteratura 2

Il cibo non è solo nutrimento; proprio in quanto gesto quotidiano e universale, diventa anche veicolo di una ricchissima gamma di valori culturali e sociali. La scelta di mangiare alcuni (continua a leggere »)

Dopo Viale del tramonto, indimenticabile film sulla decadenza di una diva, un libro che racconta le conseguenze fatali di essere un mito. Wallis Simpson, come Gloria Swanson, vive reclusa e (continua a leggere »)

Un professore universitario solitario e irrequieto torna a Ibiza, luogo della sua giovinezza, per assistere insieme al figlio allo sciame di stelle cadenti nella notte di San Lorenzo. Presto i ricordi si mescolano alla vita presente, allo sguardo amorevole e insieme incerto di un padre verso le illusioni del figlio. Protagonista del nuovo grande romanzo di Julio Llamazares è la memoria, “patria di coloro che hanno rinunciato a tutto il resto”. Una storia che racconta l’inafferrabilità delle relazioni che scandiscono la nostra vita, la dolcezza di un genitore, la tenerezza degli amanti, la complicità delle coppie, la felicità di alcuni incontri e la disillusione degli abbandoni. (continua a leggere »)

La scienza non è l’unica strada per la conoscenza. Prendendo spunto dall’opera di diversi artisti (da Walt Whitman a Proust a Igor Stravinskij, dallo chef George Escoffier a Cézanne), Jonah Lehrer (continua a leggere »)

Alcuni accademici hanno ricevuto un pacchetto con un libro misterioso e una serie di strani messaggi. Per Jon Ronson, giornalista esperto di squilibrati e lunatici, contattato per investigare sulla vicenda, è un invito a nozze. Nel suo viaggio, condotto sul confine labile tra normalità e psicopatia, Ronson incontrerà criminal profilers, un manager americano celebre per essere uno dei più spietati tagliatori di teste, l’ex comandante degli squadroni della morte di Haiti, un famoso psicologo e un agente dei servizi segreti inglesi diventato cospirazionista nonché messia autoproclamato. E scoprirà non solo che il mondo a quanto pare è governato da una manciata di psicopatici travestiti da carismatici leader, ma che quel confine è una definizione di comodo, uno strumento nelle mani del potente e ricchissimo “business della follia”.
(continua a leggere »)