Geologo e sismologo, è dirigente di ricerca dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). È stato direttore del Centro Nazionale Terremoti e membro della Commissione Grandi Rischi. Ha coordinato e (continua a leggere »)

Docente di metodologia delle scienze umane presso l’Università di Genova, è autrice di Il triangolo dell’interpretazione (FrancoAngeli, 2008) e curatrice insieme a Nicla Vassallo di Knowledge, Language, And Interpretation (Ontos (continua a leggere »)

Anil Ananthaswamy, ex ingegnere informatico della Silicon Valley, è diventato scrittore e giornalista scientifico ispirato dalla curiosità di scoprire com’è fatto il mondo. Attualmente lavora per “New Scientist” e “National Geographic”.
(continua a leggere »)

Apprezzato e famoso giornalista scientifico americano, ha lavorato per “Nature” e “Science“, per poi approdare alle sedi di Hong Kong, Londra e New York del “The Economist”, per il quale (continua a leggere »)

Insegna estetica e filosofia contemporanea alla John Cabot University a Roma. La sua ricerca si concentra sulle filosofie contemporanee della conoscenza e usa la pratica artistica – poesia e arti visive (continua a leggere »)

Nato ad Avignone nel 1950, attualmente vive a Parigi. È autore di molti romanzi e saggi, per i quali è stato insignito di diversi premi importanti, tra cui il Prix Femina per il suo primo romanzo e il Prix Jean Giono. Io sono vivo e tu non mi senti è il romanzo che Arsand ha scritto nell’arco di tutta la vita, ed è stato accolto in Francia come un capolavoro. (continua a leggere »)

Nato nel 1945 a Belfast, Irlanda del Nord, è ingegnere ed economista: sua è la teoria dei rendimenti crescenti (increasing returns theory), che ha rivoluzionato l’approccio neoclassico dell’economia. Ha insegnato (continua a leggere »)

Etnologo e scrittore francese di fama mondiale, è stato presidente dell’École des Hautes Études en Sciences Sociales dal 1985 al 1995. Augé deve la sua popolarità alla definizione di un’«antropologia dei mondi contemporanei» e all’analisi degli spazi moderni basati sull’assenza di storia e identità: la celebre teoria dei nonluoghi, espressa in Un etnologo nel metrò (Raffaello Cortina, 2015) e Nonluoghi. Introduzione a una antropologia della surmodernità (Elèuthera, 2009). (continua a leggere »)

Nato a Cordova nel 1976, vive e lavora a Madrid. Cura una rubrica su “El País”. Ha pubblicato diverse raccolte di poesie, che gli sono valse riconoscimenti importanti come il (continua a leggere »)

Astrofisico, si divide tra carriera scientifica e divulgazione. È ricercatore e professore aggregato presso l’Università di Roma Tor Vergata. Ha lavorato a Berkeley, in California, con George Smoot, e al (continua a leggere »)

Tra i più famosi e apprezzati divulgatori di scienza al mondo, ha scritto numerosi libri e articoli, è consulente editoriale di “Nature” e partecipa spesso a trasmissioni televisive. Formatosi a (continua a leggere »)

Gianfranco Bangone è un giornalista scientifico che ha lavorato per settimanali e quotidiani. È giornalista professionista dal 1989. Ha fondato e diretto per otto anni la rivista di scienze “Darwin”. Scrive per il supplemento domenicale del “Sole 24 Ore”. (continua a leggere »)

(1938-2011) è stato uno storico della scienza e primo docente ad essere chiamato nel 1994, per chiara fama, a occupare la “cattedra galileiana” dell’Università di Padova. Nel 2008 ha ricevuto, (continua a leggere »)

Biologo e giornalista scientifico, scrive su testate nazionali come “Esquire”, “Le Scienze” e “Wired”. È appassionato di giochi e fiction, e tiene un corso su questi temi al master in (continua a leggere »)

Giornalista e saggista, è specializzato nei temi dell’innovazione tecnologica legata alla comunicazione. È uno dei fondatori di NetLeft, un’associazione che si occupa delle frontiere delle libertà dell’era digitale. Dal 2006 (continua a leggere »)